Tecnologia e Social

Welcome!

This community is for professionals and enthusiasts of our products and services.
Share and discuss the best content and new marketing ideas, build your professional profile and become a better marketer together.

0

Introduzione a Decidim

Avatar
Marco DeGasperi

descrizione generale e introduzione al funzionamento di decidim

Decidim [ http://decidim.org ], dal catalano per “decidiamo”, è un’infrastruttura digitale per la democrazia partecipativa, costruita interamente e collaborativamente come software libero. Più specificamente, Decidim è un ambiente web (un framework ) prodotto in Ruby on Railsche consente agli utenti di creare e configurare una piattaforma o un portale di siti Web, da utilizzare sotto forma di un social network, per la partecipazione democratica. Il portale consente a qualsiasi organizzazione (consiglio comunale locale, associazione, università, ONG, sindacato, quartiere o cooperativa) di creare enormi processi democratici per la pianificazione strategica, il bilancio partecipativo, la progettazione normativa collaborativa, la progettazione degli spazi urbani e le elezioni. Consente inoltre l’organizzazione di riunioni di persona, la registrazione, la pubblicazione di verbali, la proposta di punti per l’ordine del giorno e la ricezione di notifiche dei risultati. Decidim può anche aiutare a organizzare organi di governo, consigli o assemblee, convocare consultazioni e referendum o incanalare iniziative di cittadini o membri per incidere sui diversi processi decisionali.
Per comprendere in dettaglio come opera Decidim, è necessario operare una distinzione tra spazi partecipativi e componenti (vedere la Figura 1 ).

Figura 1. Schema riassuntivo dell’architettura funzionale di Decidim che mostra una combinazione di componenti negli spazi partecipativi. La componente “Vota *” consente una varietà di sistemi di voto, espressioni di sostegno o adesione ad una proposta.

Spazi partecipativi. Questi sono i quadri che definiscono il modo in cui verrà effettuata la partecipazione, i canali o i mezzi attraverso i quali i cittadini o i membri di un’organizzazione possono elaborare richieste o coordinare proposte e prendere decisioni. Iniziative , processi , assemblee e consultazioni sono tutti spazi partecipativi. Esempi specifici di ciascuno di questi includono: un’iniziativa dei cittadini per modificare direttamente un regolamento (_iniziativa ); un’assemblea generale o un consiglio dei lavoratori ( Assemblea ); un bilancio partecipativo, una pianificazione strategica o un processo elettorale ( processi ); un referendum o un invito a votare “Sì” o “No” per modificare il nome di un’organizzazione (Consultazione ).

Componenti partecipative. Questi sono i meccanismi partecipativi che consentono una serie di operazioni e interazioni tra gli utenti della piattaforma all’interno di ciascuno degli spazi partecipativi. Le seguenti sono componenti partecipative: commenti, proposte, emendamenti, voti, risultati, dibattiti, sondaggi, ordinamenti, pagine, blog, newsletter e riunioni . Altri componenti che si basano su componenti di base sono: testi partecipativi , responsabilità e conferenze .

Figura 2. Decidim mostra gli spazi partecipativi nel menu in alto (scuro) e i componenti sono visualizzati nel menu in basso (bianco).
I modi in cui gli spazi e i componenti interagiscono sono i seguenti. Gli utenti della piattaforma (partecipanti) interagiscono attraverso meccanismi partecipativi noti come componenti che offrono una varietà di funzionalità per i vari spazi partecipativi . In altre parole, spazi partecipativi come Iniziative , Assemblee , Processi e Consultazioni dispongono di componenti che lavorano insieme come meccanismi partecipativi. Le componenti più importanti includono riunioni di persona , sondaggi , proposte , dibattiti , risultati e commenti. Quindi, ad esempio, le varie fasi di un processo di budget partecipativo possono combinare le componenti nel modo seguente: in una fase iniziale è possibile aprire incontri pubblici per i cittadini per analizzare le diverse esigenze classificate dai distretti. A loro volta, questi incontri possono portare alla progettazione di un sondaggio. I risultati del sondaggio possono quindi essere utilizzati per definire un insieme di categorie per i progetti da proporre. Il componente proposta può quindi essere attivato per consentire ai partecipanti di creare e pubblicare i loro progetti come soluzioni ai bisogni identificati. Queste proposte possono quindi essere commentate e, dopo due settimane di deliberazione, è possibile attivare il voto per selezionare tra i progetti un sistema di spesa di bilancio. I partecipanti possono quindi essere chiamati a una riunione pubblica per valutare i risultati e successivamente può essere lanciato un sondaggio di valutazione per coloro che non hanno potuto partecipare alla riunione. Infine, la componente di responsabilità può essere attivata per monitorare il grado di esecuzione dei progetti selezionati e le persone possono commentarlo. Ciò che rende Decidim particolarmente potente è questa combinazione di componenti all’interno degli spazi, che fornisce a un’organizzazione un toolkit completo per progettare e implementare facilmente un sistema democratico e adattarlo alle esigenze dell’organizzazione.

La barra di navigazione superiore di Decidim mostra i diversi tipi di spazi attivi della piattaforma. Processi è uno spazio che consente di creare, attivare / disattivare e gestire vari processi partecipativi. Questi si distinguono da altri spazi essendo strutturati in diverse fasi entro le quali tutti i componenti possono essere incorporati. Esempi di processi partecipativi sono: un processo elettorale per i membri di un comitato, un bilancio partecipativo, un processo di pianificazione strategica, la scrittura collaborativa di un regolamento o una norma, la progettazione di uno spazio urbano o la produzione di un piano di politica pubblica. assembleeè uno spazio che offre la possibilità di istituire organi o gruppi decisionali (consigli, gruppi di lavoro, commissioni, ecc.) che si incontrano periodicamente, specificando la loro composizione, elencando e geolocalizzando le loro riunioni, e permettendo di prenderne parte (per esempio: partecipare se la capienza e la natura dell’assemblea lo consentono, aggiungere punti all’ordine del giorno o commentare le proposte e le decisioni prese da tale organo). Le consultazioni sono uno spazio che consente di coordinare referendum, avviare discussioni e dibattiti, ottenere risultati di voto pubblicati; può essere collegato a un sistema di voto elettronico sicuro. iniziativeè uno spazio che consente ai partecipanti di creare collaborativamente iniziative, definire la loro traiettoria e obiettivi, raccogliere avalli, discutere, discutere e diffondere iniziative e definire punti di incontro in cui le firme possono essere raccolte dai partecipanti o dibattiti aperti ad altri membri dell’organizzazione. Le iniziative sono un tipo speciale di spazio in cui i membri dell’organizzazione possono innescare azioni che sono generalmente limitate agli organi eletti o agli amministratori della piattaforma, raccogliendo firme (digitali). L’organizzazione può definire i tipi di iniziative e impostare il numero di firme necessarie per attivare il risultato atteso (ad es. Per richiedere una consultazione).

I componenti (chiamati anche funzioni) vengono visualizzati come menu di secondo livello con sfondo bianco all’interno degli spazi (come mostrato nella Figura 2 ). Il progetto collaborativo di proposte facilita la creazione collaborativa di proposte, nonché il monitoraggio e il controllo delle modifiche durante l’intero processo. Le proposteIl componente consente a un utente di creare una proposta utilizzando una procedura guidata di creazione, confrontarla con quelle esistenti, pubblicarla nella piattaforma e includere informazioni aggiuntive come la geolocalizzazione o documenti e immagini allegati. Questo componente consente inoltre di navigare, filtrare e interagire con una serie di proposte. Il componente proposta presenta numerose opzioni di configurazione e diverse funzionalità possono essere attivate o disattivate in tempo. Una di queste funzionalità è il voto o il supporto : offre alle organizzazioni la possibilità di attivare diversi sistemi di voto o di supporto intorno alle proposte: illimitate, limitate a una determinata soglia, ponderate, basate sui costi, ecc. Le proposte possono anche essere importate in una nuova fase, quindi possono essere riscritti o elaborati in diverse fasi, a cui possono anche essere soggettimodifiche che possono essere votate separatamente, accettate, unite o respinte per migliorare democraticamente le proposte. La componente dei risultati viene utilizzata per trasformare le proposte in risultati e fornire risposte ufficiali in merito alla loro accettazione o rifiuto, fondendo varie proposte in un unico risultato o creando risultati diversi relativi alla stessa proposta originale. La componente di responsabilità offre la possibilità di suddividere i risultati in progetti, definire e applicare gli stati di avanzamento intorno alla loro implementazione, nonché visualizzare l’estensione dell’implementazione dei risultati raggruppata per categorie e ambiti. In questo senso, la componente di responsabilità funziona come un sistema di gestione del progetto integrato nella piattaforma. I sondaggicomponente può essere utilizzato per progettare e pubblicare sondaggi e per visualizzare e scaricare i loro risultati. La componente di ordinamento consente di selezionare una serie di proposte (ad esempio candidati per una giuria) con procedure casuali, ma riproducibili, che garantiscono distribuzioni non distorte e uniformi. Il componente commenti consente agli utenti di aggiungere commenti, identificare il commento come a favore, contrario o neutro rispetto all’oggetto commentato, votare i commenti, rispondere a loro e ricevere notifiche sulle risposte. I testi partecipativiIl componente può essere utilizzato per convertire lunghi documenti di testo in varie proposte o risultati e, viceversa, per comporre e visualizzare un testo unificato basato su una raccolta di proposte o risultati. Ciò rende possibile lavorare con un documento completo come testo continuo in modo partecipativo. Il componente Pagine viene utilizzato per creare pagine informative con formattazione RTF, immagini e video incorporati. Il componente blog rende possibile la creazione di post o notizie e la navigazione cronologica. L’ incontrocomponente offre alle organizzazioni e ai partecipanti l’opportunità di convocare riunioni, determinare la loro posizione e il tempo, la registrazione e la gestione dei partecipanti, di definire la struttura e il contenuto della riunione, nonché di pubblicare i verbali e le proposte risultanti. La componente conferenza consente a un’organizzazione di creare un sito Web per un grande evento unendo una serie di riunioni predefinite (chat, workshop, ecc.), Mettendo insieme un programma unificato e gestendo i partecipanti. Il componente newsletter consente di inviare e-mail a tutti gli utenti registrati nella piattaforma o, più selettivamente, a coloro che partecipano a uno spazio specifico.

I partecipanti possono svolgere diversi tipi di azioni all’interno della piattaforma:

  1. Possono navigare e cercare informazioni
  2. Possono creare contenuti di diverso tipo (es. Proposte e dibattiti).
  3. Possono votare, supportare o firmare tutte e tre le modalità per consentire ai partecipanti di aggregare le loro preferenze o saranno rispettivamente per una specifica domanda, proposta o iniziativa di consultazione (la differenza tra questi tre tipi di azioni implica diversi livelli di sicurezza e anonimato: le firme possono essere controllate e attribuiti a un partecipante, i supporti non possono, al fine di prevenire la coercizione, mentre i voti comportano garanzie crittografiche più elevate rispetto ai supporti).
  4. Possono commentare qualsiasi oggetto della piattaforma (proposte, dibattiti, risultati, ordinamenti, ecc.).
  5. Possono approvare qualsiasi contenuto, il che significa che possono dichiarare pubblicamente di supportarlo o trovarlo pertinente, con i partecipanti che lo seguono e ricevono notifiche..
  6. Possono seguire altri partecipanti, un processo partecipativo, un’iniziativa, una proposta specifica, ecc. E ricevere notifiche.
  7. Possono iscriversi a una riunione.
  8. Possono anche condividere e incorporare contenuti dalla piattaforma, condividendo il collegamento con altri social network e incorporando contenuti su altri siti.

Gli elementi componenti (ad es. Una proposta, un post sul blog, una riunione) hanno la loro pagina individuale ma sono anche visualizzati come schede in tutta la piattaforma, essendo le schede come una grande interfaccia di progettazione per interagire con i componenti. La Figura 3 mostra una scheda proposta con i diversi tipi di dati e interazioni identificati all’interno della scheda.

Figura 3. Anatomia della scheda proposta di Decidim.

Gli utenti che partecipano a Decidim possono essere raggruppati in tre diverse categorie:

I visitatori hanno accesso a tutti i contenuti della piattaforma senza dover registrarsi o fornire alcuna informazione.

I partecipanti registrati possono creare contenuti e commenti, iscriversi a riunioni, approvare contenuti, seguire altri partecipanti e oggetti della piattaforma, personalizzare il loro profilo e ricevere notifiche, menzioni e messaggi privati. Scegliendo un nome utente e una password, accettando il contratto con l’utente e fornendo un account e-mail (o utilizzando un account per diversi social network) i partecipanti si registrano. I partecipanti registrati possono anche far ufficializzare il loro account (il che significa che il loro nome utente è accompagnato da un simbolo speciale che indica che sono realmente chi dichiarano di essere sul loro profilo).

I partecipanti verificati possono prendere decisioni. Per rientrare in questa categoria, devono essere prima verificati come membri dell’organizzazione, cittadini del comune o componenti del gruppo decisionale (un’associazione, una comunità, un collettivo ecc.). Decidim offre diversi modi per eseguire questa verifica. Una volta verificati, i partecipanti saranno in grado di prendere decisioni sostenendo le proposte, firmando iniziative e votando nelle consultazioni.

Gli amministratori possono gestire le autorizzazioni per gli utenti registrati o verificati in modo selettivo. Ad esempio, la creazione della proposta può essere attivata sia per gli utenti registrati che per quelli verificati, ma supporta le proposte solo per gli utenti verificati. È anche possibile (sebbene raramente raccomandato) considerare tutti gli utenti registrati come verificati e conferire loro poteri decisionali.

Esistono diversi tipi di amministratori: amministratori dell’intera piattaforma o di spazi e componenti specifici, possono anche essere moderatori (con il potere esclusivo di moderare proposte, commenti o dibattiti) o collaboratori in grado di leggere contenuti non pubblicati, creare note e risposte a proposte.

I partecipanti possono registrarsi come individuo o come collettivo (associazioni, gruppi di lavoro, ecc. All’interno dell’organizzazione principale). È inoltre possibile creare gruppi di utenti in modo che gli individui possano essere associati a un gruppo . Decidim consente ai partecipanti appartenenti a tale gruppo di esprimere o agire individualmente o incarnando l’identità del gruppo: quando viene condotta un’azione, la piattaforma richiede al partecipante di scegliere se vuole agire come se stessa o come gruppo a cui appartiene.

I partecipanti non possono solo navigare nel contenuto di Decidim attraverso il menu in alto e spostarsi verso il basso nella gerarchia architettonica, da uno spazio ai suoi diversi componenti; possono anche ottenere informazioni tramite il motore di ricerca o tramite notifiche . I partecipanti possono anche parlare tra loro tramite messaggi interni o chat .

Il profilo del partecipante consente di leggere le notifiche, gestire i follower e monitorare diversi badge di coinvolgimento e gamification.

La home page della piattaforma è completamente personalizzabile: può visualizzare diversi tipi di banner, pulsanti di invito all’azione, può anche visualizzare statistiche e visualizzazioni interattive, flussi di attività e mappe con le prossime riunioni.

Il contenuto della piattaforma può essere classificato secondo diversi criteri. A uno spazio partecipativo e ai suoi contenuti (ad es. Un processo partecipativo o le proposte all’interno) può essere assegnato (indipendentemente) un ambito . Gli ambiti sono definiti per l’intera piattaforma e possono essere tematici o territoriali (ad esempio, un’assemblea può essere assegnata a un tema o soggetto specifico, come “ecologia”, e a un territorio specifico, come un distretto all’interno di una città). Il contenuto all’interno di un’istanza spaziale può essere assegnato a una categoria o sottocategoria (ad esempio argomenti) specifici per tale istanza spaziale. Ad esempio, le categorie “impianti sportivi”, “parchi” e “scuole” possono essere create per un processo di bilancio partecipativo e le proposte saranno assegnate a queste categorie. può anche essere liberamente creato e introdotto nel corpo del testo quasi ovunque nella piattaforma (proposte, dibattiti, commenti, descrizione del processo, ecc.), sia da parte dei partecipanti che degli amministratori, per classificare il contenuto e renderlo ricercabile.

A differenza di altre piattaforme esistenti, l’architettura di Decidim è modulare , scalabile , facile da configurare e integrata con altri strumenti o app (analisi dei dati, mappe, SMS, posta, social network, ecc.). La piattaforma è stata progettata in modo tale che processi, assiemi e meccanismi possano essere configurati facilmente e distribuiti da un pannello di amministrazione. Non è richiesta alcuna conoscenza della programmazione per installarla, configurarla e attivarla. Gli spazi e i componenti partecipativi possono essere sviluppati, attivati ​​e disattivati ​​in modo indipendente.


Avatar
Discard